Come ottenere un rimborso per volo cancellato

Come ottenere un rimborso per volo cancellato

12 giugno 2018 1 Di Xfind.it

Questo contenuto è stato aggiornato il

Ottenere un rimborso per volo cancellato.

È giunto il momento di partire, per vacanza o per lavoro, mancano poche ore all’imbarco. Magari state parcheggiando la macchina in un parcheggio low cost dell’aeroporto, magari state chiudendo la valigia o state controllando il web per conoscere il meteo nella destinazione d’arrivo. Vi arriva un SMS, lo leggete, e quasi non ci credete. Il vostro volo è stato cancellato. Pensate a uno scherzo. Però iniziate a sudare freddo. Controllate le mail e vi accorgete che non si tratta di uno scherzo, il vostro volo, davvero, non partirà.

Se questo incubo vi dovesse capitare appena prima del viaggio di andata potrebbe essere che a causa di questo inconveniente sarete costretti a perdere la crociera sui Caraibi, il matrimonio della vostra amata sorellina che vive a Sydney, il vostro treno per Sofia, il vostro importante appuntamento di business o semplicemente le tanto agognate vacanze.

Se l’incubo si presenterà per il viaggio di ritorno potrebbe essere che vi ritroviate in terra straniera a dover pianificare un viaggio di ritorno tutt’altro che semplice. È vero che solitamente sarà la stessa compagnia aerea ad organizzarvi l’alternativa, spesso con autobus su altri aeroporti o con attese per voli successivi, ma se avrete prenotato con una compagnia low cost che non prevede questo tipo di aiuti sarete completamente in balia della vostra bravura nel pianificare viaggi.

Facciamo un esempio

Per immedesimarci nella situazione facciamo un esempio che si rifà a quanto successo recentemente ad uno dei nostri collaboratori. Sei nella bellissima località bulgara di Sunny Beach, tra sabbia fine e divertimenti da spiaggia. Purtroppo però è giunto l’ultimo giorno di vacanza ed è ora di fare la valigia per ritornare. Domani non potrai mancare a quell’importante appuntamento e anche se a malincuore devi proprio ritornare in Italia. Hai prenotato un volo con RyanAir da Bergamo a Burgas e ritorno pagandolo meno di 50,00 euro e pensi di aver fatto un super affare. L’andata è stata perfetta e confidi di non aver alcun problema anche per il ritorno. Purtroppo, poco prima di partire, ma proprio poche ore prima, ti arriva sul cellulare il temuto SMS di cui parlavamo sopra. Il volo è stato cancellato.

Dopo il primo momento di smarrimento ti fai forza e inizi a cercare online qualche numero di assistenza o qualche servizio o informazione che ti possa aiutare. Non trovi niente e il numero verde della compagnia, l’unico fornito dalla compagnia, dall’estero non funziona. Decidi quindi di recarti ugualmente in aeroporto anche perché devi restituire la macchina a noleggio e devi liberare la camera d’albergo. Guidi quindi verso l’aeroporto con la rabbia che ti fa schizzare gli occhi fuori dalle orbite. Già immagini cosa troverai: orde di persone arrabbiate e nessuno che riuscirà ad aiutarti. Ma ora devi guidare bene e non perderti, mentre i pochi segnali stradali scritti in cirillico non aiutano a farti sentire meglio.

E finalmente arrivi all’aeroporto…

Quando arrivi e hai consegnato la macchina all’autonoleggio la situazione al banco della compagnia aerea è peggiore di quello che avevi immaginato: file disordinate si concludono contro un debole muro composto da due ragazze impaurite e impreparate che non hanno colpe e sono state lasciate lì da qualcuno a cercare di risolvere una situazione che non si risolverà perché altri voli non ce ne sono. Attorno gente che piange, che urla. Ad alcuni sembra che abbiano ucciso la persona amata. Ma è inutile arrabbiarsi e imprecare: da quell’aeroporto non partiranno altri voli per l’Italia se non tra quattro giorni.

Ma ecco che finalmente si trova una soluzione: c’è un’altro volo che parte da un’altra città la sera stessa. La città si trova a circa quattro ore di autobus e ci sono i tempi per raggiungerla. Ma la soluzione si trasforma presto in un altro problema perché tutti i presenti fanno i salti mortali (tramite call center esteri, amici dall’Italia, le due povere ragazze smarrite o con qualsiasi altro mezzo) per prenotare un posto su quel volo che presto si esaurirà. E infatti succede proprio così. Anche quel volo non è più una chance e alla fine risolverai prendendo un volo per la capitale, passando lì una bella serata e ritornando in Italia il giorno successivo.

Qual’è il modo migliore per risolvere la tua situazione in caso di cancellazione del volo?

Come nel nostro esempio, esistono molti modi per risolvere una situazione che, nel primo momento, pare davvero drammatica e irrisolvibile. Ad aiutarvi saranno tre elementi: velocità, calma e connessione. 

Velocità

Con la velocità dovrete capire prima degli altri la soluzione migliore e farla vostra. È ovvio che se ci sarà un volo alternativo tutte le persone presenti presto vorranno prenotarlo, ma è anche ovvio che non ci sarà posto per tutti. Non preoccupatevi di ottenere il volo gratis ma piuttosto preoccupatevi di ottenerlo, tramite il rimborso che otterrete leggendo il capitoletto successivo vi pagherete il nuovo volo senza problemi e sarete in grado di ritornare a casa limitando i danni. Quando scoprirete la soluzione migliore ditelo a tutti, ma solo dopo che avrete prenotato per voi stessi, a volte bisogna essere cinici e furbi, aiutare sì ma con un minimo di astuzia.

Calma

Agitarvi, piangere o arrabbiarvi con il personale a terra non vi aiuterà. Siate smart e cercate di risolvere la situazione invece di perdere tempo. Se il servizio di assistenza in Italia non funziona provate con quello inglese (con il caso nel nostro esempio ha funzionato), se il personale che trovate non vi aiuta non incaponitevi e cercate qualcun altro, se non ci sono soluzioni apparenti cercate meglio, magari cambiando aeroporto di arrivo o cambiando mezzo di trasporto (a volte un treno o un autobus notturno potranno salvare una situazione apparentemente senza soluzione).

Connessione

In una situazione come quella descritta è ovvia una cosa: sono le informazioni a cambiare tutto. Chi più ha informazioni più potrà risolvere facilmente il tutto. Le informazioni in questo millennio viaggiano attraverso un canale prevalente: internet. Se avrai internet sarai un passo avanti a chi non ce l’avrà. Con una connessione potrai guardare le mappe, capire le distanze, controllare altri voli e… beh lo sai, potrai fare praticamente di tutto, liberamente. E magari lo farai mentre le altre persone si azzanneranno davanti alle due povere ragazzine smarrite che intanto saranno praticamente esaurite e presto cambieranno lavoro. Cerca di essere connesso a internet e risolverai. Ok non è facile, per esempio in Yemen o in Cambogia sarà davvero dura, ma provaci.

La legge

I passeggeri, ingiustamente disagiati, sono ampiamente tutelati e i loro diritti sono garantiti da norme specifiche, quali il Regolamento comunitario n. 261 del 2004, il Regolamento comunitario n. 889/2002 e la Convenzione di Montreal del 28 maggio 1999, nonché dal Codice della Navigazione, direttive e leggi europee.

Ai sensi dell’art. 7 del Regolamento comunitario n. 261 del 2004, intitolato “Diritto a compensazione pecuniaria”, in caso di cancellazione o ritardo del volo (ex art. 5 del Regolamento), “i passeggeri ricevono una compensazione pecuniaria pari a:

€ 250 per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500 chilometri;
€ 400 per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 chilometri e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 chilometri;
€ 600 per le tratte aeree che non rientrano nelle lettere a) o b).

Ottenere un rimborso per volo cancellato

Se non avete esperienza nel campo dei voli cancellati la prima cosa che vi verrà in mente sarà di chiedere il rimborso alla compagnia aerea che vi ha creato il danno. Normale. Ma sbagliato.

Supponiamo che abbiate comprato un biglietto low cost andata e ritorno con meno di 50 euro. Supponiamo anche che l’andata non abbia subìto problemi ma che invece il ritorno abbia subìto la tanto temuta cancellazione. Se in questo casi richiederete il rimborso alla compagnia aerea, questa, dopo qualche settimana vi dirà: “Avendo Lei pagato 46,00€ (ipotetiche) di due voli ma essendo stato fornito il 50% del servizio Le rimborsiamo il 50% del costo, meno le spese”. Insomma se saremo capaci di ottenere qualche decina di euro saremo fortunati. Ma scherziamo? Con il danno che abbiamo subìto? Con la crociera persa, il treno mancato, l’appuntamento da rimandare o chissà quale altro problema? No. Non siamo qui per qualche decina di euro. E per fortuna, come abbiamo visto, la legge ci difende.

Vediamo di seguito qualche servizio specializzato nell’ottenere un rimborso dalle compagnie aeree. Sono agenzie di avvocati che si occupano soltanto di queste cose e che cercano di ottenere dalle compagnie dei rimborsi che tengano conto anche dei danni psicologici e di altro tipo. Guadagnano tenendo per sé una parte del rimborso e quindi il servizio per l’utente è completamente gratuito. Il servizio si svolge online caricando qualche semplice dato (carta d’imbarco, dati personali, qualche firma e poco altro) e in pochi minuti si termina un aprocedura che può farci avere qualche centinaia di euro senza stress. Certo era meglio volare senza problemi ma almeno una piccola rivincita potremo ottenerla!

AirHelp

La nostra prima scelta è AirHelp, un’agenzia molto seria e con milioni di clienti soddisfatti. I ritardi aerei possono capitare, ma non significa che bisogna accettarli. Con il serivzio di AirHelp potresti avere diritto a 600€ di risarcimento per ogni volo in ritardo, cancellato o in overbooking, e la cosa bella è che il servizio a risalire a voli risalenti fino ai tre anni precedenti la richiesta. La compagnia ha aiutato oltre 5 milioni di persone a far rispettare i loro diritti. Visita il sito.

RisarcimentoVolo

In caso di cancellazione del volo hai diritto a richiedere il rimborso del prezzo del biglietto oppure la riprotezione su un volo da effettuarsi il prima possibile o in una data a te più conveniente. Qualora la cancellazione del volo non ti sia stata comunicata con due settimane di anticipo hai anche diritto ad un risarcimento pecuniario che può variare dalle €250 alle €600. RisarcimentoVolo si occuperà per te delle pratiche necessarie. Visita il sito.

FederViaggiatori

Altra associazione a difesa del viaggiatore è FederViaggiatori che da anni si occupa di ottenere in nome del viaggiatore i rimborsi di cui egli ha diritto in caso di cancellazioni di voli o ritardi. Il servizio è gratuito, semplice e affidabile. Visita il sito.

SalvaViaggio

Altra associazione, con più di vent’anni di esperienza, è SalvaViaggio. Salvaviaggio.com è un team di legali che può farti ottenere – senza alcun costo di apertura pratica o anticipi per spese legali – oltre alla compensazione pecuniaria cioè €250, €400 o €600 in base al regolamento CE 261/04, anche il risarcimento del danno in base alla Convenzione di Montreal che prevede la possibilità di richiedere sino a €5.200. Visita il sito.

Volo-in-ritardo.it

Il risarcimento non è determinato dal costo del biglietto ma dalla durata del ritardo e dalla distanza coperta dal volo. Anche se la compagnia aerea è tenuta legalmente al rimborso in determinate circostanze, con molta probabilità, rifiuterà di farlo. Qui è dove entra in gioco il servizio, offrendoti assistenza e supporto legale qualora necessario. Visita il sito.

Populetic

98% di casi di successo per questa agenzia di legali specializzata nei rimborsi aerei. Risarcimenti da 250 € a 1.500 € per passeggero e nessun costo iniziale per il cliente: l’agenzia guadagna detraendo una somma dall’eventuale vincita (pratica ormai comune e corretta). Visita il sito.

Rimborsoalvolo

Terminiamo con questa agenzia italiana che si avvale della collaborazione di una rete di professionisti specializzati nel diritto dei trasporti europeo. Oggi, infatti, grazie all’intervento dell’Unione Europea e all’emanazione di un regolamento direttamente applicabile negli Stati membri è possibile far valere una serie di diritti e garanzie con maggiore efficacia. Con Rimborsoalvolo.it riuscirai a ottenere un rimborso per volo cancellato e a far valere i tuoi diritti di viaggiatore nei confronti delle compagnie aeree che ti hanno recato un danno. Visita il sito.

Potrebbe interessarti anche: Come risparmiano le compagnie aeree low-cost?